Torna alla Homepage Epsilon SGR
MyEpsilon Login

Posizioni in fondi comuni d’investimento attivate tramite il servizio Internet
Richiesta informazioni ai sensi del D. Lgs. 231/2007



Gentile Cliente,

con riferimento alla Sua qualità di partecipante diretto ai fondi comuni d'investimento istituiti dalla nostra società di gestione del risparmio, La informiamo che ai sensi del decreto legislativo n. 231/2007 in materia di prevenzione dell'utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, Epsilon SGR è tenuta ad identificare il cliente nonché l'eventuale titolare effettivo, verificarne l'identità, ottenere informazioni sullo scopo e sulla natura prevista del rapporto e a mantenere aggiornati i dati raccolti.

A tale proposito, tenuto conto che nei nostri archivi non risultano aggiornate le informazioni relative ai rapporti da Lei intrattenuti con la nostra SGR, La invitiamo a volerci cortesemente trasmettere, entro il 31 dicembre 2011, l'aggiornamento del "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela" che troverà nella sezione "Documenti generali".

Il Modulo dovrà essere debitamente compilato e sottoscritto, per ogni posizione a Lei intestata, inserendo anche i dati di ciascun intestatario. Dovrà quindi essere trasmesso, unitamente alle copie dei rispettivi documenti d'identità e codici fiscali in corso di validità, a


Epsilon SGR SpA
Ufficio Servizio Clienti
Piazzetta Giordano dell'Amore 3
2012 Milano.

Nel confermarLe la nostra disponibilità per qualsiasi chiarimento al numero telefonico 02 8810 2070 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 17.30, Le comunichiamo che in assenza delle informazioni richieste entro il termine indicato potremmo non essere in grado di garantire la consueta operatività, così come previsto dalla normativa vigente.

Le confermiamo infine che il trattamento dei dati sarà svolto anche con strumenti elettronici e solo da parte di personale incaricato, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza.

Nel caso avesse già provveduto all'invio del "Modulo" La preghiamo di ritenere nulla la presente comunicazione.

La ringraziamo per l'attenzione e, confidando nella Sua collaborazione, La salutiamo cordialmente.

Epsilon SGR SpA

Novità antiriciclaggio in vigore dal 1/1/2014

Gentile Cliente, La informiamo che sono entrate in vigore, dal 1° gennaio 2014, le nuove disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela emanate dalla Banca d'Italia ai sensi dell'art. 7, comma 2 del D.Lgs. 231/2007 "Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento al terrorismo", di seguito la "normativa antiriciclaggio". In particolare, intendiamo attirare la Sua attenzione sulle principali novità di seguito evidenziate:

Al riguardo, Le comunichiamo che provvederemo, a breve, a trasmetterLe il nuovo "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela" con le indicazioni riferite alle modalità di restituzione.

Le segnaliamo, che il conferimento di tali informazioni è obbligatorio ai sensi della normativa antiriciclaggio e che i dati forniti saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge in materia di privacy. Il rifiuto di fornire le informazioni richieste può comportare non solo l'impossibilità di eseguire eventuali operazioni richieste a valere sulle quote di fondi, ma anche il rimborso, ad iniziativa della SGR, delle quote dei fondi, con conseguente restituzione delle disponibilità finanziarie di Sua spettanza alla data del rimborso. In tal caso la SGR provvederà a liquidare, mediante bonifico bancario su un conto da Lei indicato, il controvalore delle quote di fondi da Lei detenute alla data del rimborso. Il bonifico bancario sarà accompagnato da un messaggio che indicherà alla banca presso cui verrà disposto il bonifico che le somme sono state restituite per impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela prescritti dalla normativa antiriciclaggio.

Per ogni Suo dubbio o necessità non esiti a contattare il nostro Servizio Clienti al numero telefonico 02/72.522.493, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00.

La ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità.

Comunicazione

Gentile Cliente, nei mesi precedenti la SGR aveva provveduto ad informarLa in merito all'entrata in vigore delle nuove disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela emanate dalla Banca d'Italia ai sensi dell'art. 7, comma 2 del D.Lgs. 231/2007 "Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento al terrorismo", di seguito la "normativa antiriciclaggio". In particolare, con tali nuove disposizioni sono state ampliate le tipologie e le quantità delle informazioni necessarie per adempiere agli obblighi di "adeguata verifica" della clientela.

A seguito di tale informativa, la SGR ha provveduto ad inviarLe il nuovo "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela".

Al riguardo intendiamo attirare la Sua attenzione sulla necessità di restituire con tempestività, qualora non avesse già provveduto in tal senso, il citato Modulo, debitamente compilato e sottoscritto, secondo una delle modalità di seguito illustrate nella nostra comunicazione.

Le rammentiamo che il conferimento di tali informazioni è obbligatorio ai sensi della normativa antiriciclaggio e che tali dati saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge in materia di privacy. Il rifiuto di fornire le informazioni richieste può comportare non solo l'impossibilità di eseguire eventuali operazioni richieste a valere sulle quote di fondi, ma anche il rimborso, ad iniziativa della SGR, delle quote dei fondi, con conseguente restituzione delle disponibilità finanziarie di Sua spettanza alla data del rimborso. In tal caso la SGR provvederà a liquidare, mediante bonifico bancario su un conto da Lei indicato, il controvalore delle quote di fondi da Lei detenute alla data del rimborso. Il bonifico bancario sarà accompagnato da un messaggio che indicherà alla banca presso cui verrà disposto il bonifico che le somme sono state restituite per impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela prescritti dalla normativa antiriciclaggio.

Per ogni Suo dubbio o necessità non esiti a contattare il nostro Servizio Clienti al numero telefonico 02/72.522.493, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00.

La ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità.

Glossario

dotBlackGifFondi a distribuzione dei proventi

I fondi a distribuzione dei proventi prevedono la distribuzione dei proventi realizzati. Si differenziano dai fondi ad accumulazione dei proventi che invece non distribuiscono dividendi, ma prevedono il reinvestimento automatico degli utili che generano.

dotBlackGifFondi azionari

Secondo la classificazione Assogestioni, è azionario un fondo che investe almeno il 70% in azioni. Tali fondi possono essere distinti per area geografica (Europa, Nord America, Giappone, ecc.) o per settore (finanziari, tecnologici, energetici, ecc.). Si caratterizzano per un alto grado di rischio, che aumenta, a causa della minore diversificazione, con il crescere del livello di specializzazione.

dotBlackGifFondi bilanciati

Investono sia in azioni sia in obbligazioni. Si distinguono in bilanciati obbligazionari, bilanciati bilanciati e bilanciati azionari, dal livello di rischio crescente in base alla percentuale di azioni ed obbligazioni presenti in portafoglio.

dotBlackGifFondi di fondi

È un fondo il cui portafoglio è costituito da quote di altri fondi o sicav e non da titoli, allo scopo di offrire, attraverso un solo investimento, una maggiore diversificazione rispetto ad un portafoglio che investe in titoli.

dotBlackGifFondi di liquidità

Investono in strumenti del mercato monetario a breve termine, con una durata media finanziaria non superiore a sei mesi.

dotBlackGifFondi etici

I fondi etici o socialmente responsabili sono fondi che effettuano investimenti in titoli di Stato o azioni di società che aderiscono a principi etici definiti. In particolare, escludono le nazioni che non rispettano i diritti dell'uomo e le libertà fondamentali, quelle che sono rette da regimi dittatoriali o comunque non democratici. Inoltre evitano di investire in società appartenenti a particolari settori quali quello militare, del tabacco e dell'alcool. Nella scelta delle società vengono anche tenuti presenti criteri ambientali e di trasparenza nella gestione aziendale e nei rapporti con gli azionisti.

dotBlackGifFondi flessibili

Sono fondi che non hanno vincoli sull'asset allocation (azioni-obbligazioni): la loro politica di investimento non è ancorata a un benchmark bensì ad una misura di rischio di portafoglio (Var).

dotBlackGifFondi indicizzati

Hanno una gestione a benchmark di tipo passivo, cioè volto a replicare l’andamento del parametro di riferimento scelto.

dotBlackGifFondi obbligazionari

Investono principalmente in titoli di Stato ed in obbligazioni e si caratterizzano per un grado di rischio generalmente minore dei fondi azionari.

dotBlackGifFondi settoriali

Sono quei fondi che investono in particolari settori dell'economia come salute, tecnologia, media, biotecnologia o finanza. Data la ristrettezza dell'ambito dell'investimento, i fondi settoriali tendono a essere più volatili di quelli che operano su aree più ampie.

dotBlackGifFondo comune di investimento

Patrimonio autonomo suddiviso in quote possedute da una pluralità di sottoscrittori e gestito in monte. Con la partecipazione a un fondo comune di investimento mobiliare, il risparmiatore affida una determinata somma di denaro nelle mani di società che svolgono per professione l’attività di gestione dei risparmi. I risultati conseguiti nell’esercizio di questa attività sono ripartiti fra i sottoscrittori del fondo in proporzione alla quota di partecipazione di ciascuno.

dotBlackGifFTSE Mib

È l’indice più importante del mercato azionario italiano: include le prime 40 società italiane ed estere quotate sui mercati gestiti dalla Borsa italiana, selezionate per liquidità e capitalizzazione. Il Ftse Mib è nato nel 2009, in seguito alla fusione tra la Borsa italiana e London Stock Exchange.

dotBlackGifFuture

È un derivato con cui una parte si impegna ad acquistare o vendere uno strumento finanziario (o un bene) a un prezzo e una scadenza definiti al momento della sottoscrizione del contratto.