Torna alla Homepage Epsilon SGR
MyEpsilon Login

Posizioni in fondi comuni d’investimento attivate tramite il servizio Internet
Richiesta informazioni ai sensi del D. Lgs. 231/2007



Gentile Cliente,

con riferimento alla Sua qualità di partecipante diretto ai fondi comuni d'investimento istituiti dalla nostra società di gestione del risparmio, La informiamo che ai sensi del decreto legislativo n. 231/2007 in materia di prevenzione dell'utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, Epsilon SGR è tenuta ad identificare il cliente nonché l'eventuale titolare effettivo, verificarne l'identità, ottenere informazioni sullo scopo e sulla natura prevista del rapporto e a mantenere aggiornati i dati raccolti.

A tale proposito, tenuto conto che nei nostri archivi non risultano aggiornate le informazioni relative ai rapporti da Lei intrattenuti con la nostra SGR, La invitiamo a volerci cortesemente trasmettere, entro il 31 dicembre 2011, l'aggiornamento del "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela" che troverà nella sezione "Documenti generali".

Il Modulo dovrà essere debitamente compilato e sottoscritto, per ogni posizione a Lei intestata, inserendo anche i dati di ciascun intestatario. Dovrà quindi essere trasmesso, unitamente alle copie dei rispettivi documenti d'identità e codici fiscali in corso di validità, a


Epsilon SGR SpA
Ufficio Servizio Clienti
Piazzetta Giordano dell'Amore 3
2012 Milano.

Nel confermarLe la nostra disponibilità per qualsiasi chiarimento al numero telefonico 02 8810 2070 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 17.30, Le comunichiamo che in assenza delle informazioni richieste entro il termine indicato potremmo non essere in grado di garantire la consueta operatività, così come previsto dalla normativa vigente.

Le confermiamo infine che il trattamento dei dati sarà svolto anche con strumenti elettronici e solo da parte di personale incaricato, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza.

Nel caso avesse già provveduto all'invio del "Modulo" La preghiamo di ritenere nulla la presente comunicazione.

La ringraziamo per l'attenzione e, confidando nella Sua collaborazione, La salutiamo cordialmente.

Epsilon SGR SpA

Novità antiriciclaggio in vigore dal 1/1/2014

Gentile Cliente, La informiamo che sono entrate in vigore, dal 1° gennaio 2014, le nuove disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela emanate dalla Banca d'Italia ai sensi dell'art. 7, comma 2 del D.Lgs. 231/2007 "Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento al terrorismo", di seguito la "normativa antiriciclaggio". In particolare, intendiamo attirare la Sua attenzione sulle principali novità di seguito evidenziate:

Al riguardo, Le comunichiamo che provvederemo, a breve, a trasmetterLe il nuovo "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela" con le indicazioni riferite alle modalità di restituzione.

Le segnaliamo, che il conferimento di tali informazioni è obbligatorio ai sensi della normativa antiriciclaggio e che i dati forniti saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge in materia di privacy. Il rifiuto di fornire le informazioni richieste può comportare non solo l'impossibilità di eseguire eventuali operazioni richieste a valere sulle quote di fondi, ma anche il rimborso, ad iniziativa della SGR, delle quote dei fondi, con conseguente restituzione delle disponibilità finanziarie di Sua spettanza alla data del rimborso. In tal caso la SGR provvederà a liquidare, mediante bonifico bancario su un conto da Lei indicato, il controvalore delle quote di fondi da Lei detenute alla data del rimborso. Il bonifico bancario sarà accompagnato da un messaggio che indicherà alla banca presso cui verrà disposto il bonifico che le somme sono state restituite per impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela prescritti dalla normativa antiriciclaggio.

Per ogni Suo dubbio o necessità non esiti a contattare il nostro Servizio Clienti al numero telefonico 02/72.522.493, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00.

La ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità.

Comunicazione

Gentile Cliente,

facciamo riferimento al Suo rapporto per comunicarLe la necessità di acquisire l’aggiornamento delle informazioni di adeguata verifica previste in materia di antiriciclaggio dal D.Lgs. n. 231/2007 e successive modifiche. Il rilascio di tali informazioni costituisce un preciso obbligo per il cliente ai sensi dell’art. 22 del citato Decreto.

Nel caso specifico abbiamo verificato che nei nostri archivi non risultano presenti le informazioni necessarie e, pertanto, La invitiamo a farci pervenire, entro e non oltre 20 giorni dalla data della presente, la seguente documentazione: i) il questionario allegato debitamente compilato e sottoscritto; ii) copia del documento di identità in corso di validità; iii) idonea attestazione di avvenuto assolvimento degli obblighi di adeguata verifica/identificazione rilasciata dalla Sua Banca.

Le confermiamo la nostra completa disponibilità per ogni occorrenza ai seguenti recapiti: Epsilon SGR S.p.A., Piazzetta Giordano Dell’Amore, 3, 20121 Milano - numero telefonico 02.8810.3030 (lunedì - venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00) - indirizzo Posta Elettronica Certificata AML.EPS@pec.intesasanpaolo.com.

Nel comunicarLe, infine, che il trattamento dei dati sarà svolto anche con strumenti elettronici e solo da parte di personale incaricato in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, La ringraziamo per l’attenzione e, con l’occasione, Le porgiamo i nostri migliori saluti.

La view della SGR

18/11/2016

 

I mercati finanziari hanno continuato a muoversi all'interno di un intervallo poco volatile, ma privo di direzione. Gli investitori si sono preparati ad affrontare due eventi con orizzonti temporali diversi. Il primo è rappresentato dalle elezioni presidenziali in Usa, che hanno visto la vittoria di Donald Trump. Il secondo riguarda l’attuale contesto di politiche economiche fondate sul supporto delle banche centrali attraverso l’espansione dei propri bilanci e le possibili evoluzioni alla luce dei rilievi emersi in occasione delle recenti riunioni. Come anticipato nel mese precedente, la Banca Centrale Europea ha rinviato ai mesi successivi ulteriori modifiche all'attuale programma di acquisti, mentre la Federal Reserve ha fatto capire che un rialzo dei tassi potrebbe avvenire, con buona probabilità, a dicembre.

La percezione di un contesto in evoluzione ha prodotto un leggero rialzo dei premi per il rischio nel comparto del reddito fisso: le curve dei tassi sono infatti più inclinate e gli spread (differenziali di rendimento) dei titoli di Stato dei Paesi periferici, dei titoli corporate e delle obbligazioni dei Paesi emergenti sono cresciuti. L’elevata probabilità di un rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve ha dato vita ad un apprezzamento del dollaro americano, tornato in prossimità dei massimi degli ultimi due anni.

Sui principali indici azionari si è assistito ad una rotazione geografica. Gli indici europei, favoriti dai finanziari, e il Nikkei si sono comportati meglio degli indici Usa e di quelli emergenti.

Sono giunti segnali positivi dal quadro macroeconomico statunitense. Dopo il rallentamento dei mesi estivi, sia le vendite al dettaglio che la produzione industriale sono in ripresa. Lo stesso dicasi degli indici di fiducia delle imprese, manifatturiere e non, che hanno evidenziato un deciso rialzo. Ancora in crescita il mercato del lavoro.
I dati dell’area euro sono stati nel complesso positivi. Gli indici PMI (relativi all’attività manifatturiera) di settembre hanno segnalato un recupero della fiducia nel comparto. Positiva la fiducia anche nel settore dei servizi, che ha segnato un miglioramento ancor più ampio, guidato dalla Germania. Il quadro complessivo è quello di una domanda domestica che rimane in solida espansione.

Le scelte di investimento si basano su un quadro macroeconomico di moderata crescita dell’economia globale guidata dagli Stati Uniti, che presuppone una stabilizzazione della crescita in Cina, un atteggiamento accomodante da parte delle principali banche centrali ed esclude sorprese politiche in Europa.

Obbligazionario: giudizio neutrale sulla duration
La duration (durata media finanziaria) è pertanto neutrale nonostante i rendimenti delle obbligazioni dei Paesi core si mantengano in prossimità dei minimi storici. Gli investimenti rimangono concentrati sui titoli di Stato Italiani.

Obbligazionario a spread: giudizio positivo
Le obbligazioni corporate europee sembrano rappresentare un’alternativa interessante ai titoli di Stato dei Paesi periferici dell’area euro grazie agli acquisti da parte della Banca Centrale Europea. Gli investimenti riguardano scadenze fino ai tre anni.

Azionario: giudizio neutrale
Il movimento degli indici globali nell’ultimo mese conferma il giudizio strategico neutrale sui mercati azionari.

Valute: giudizio positivo sulle divise emergenti
Sul fronte valutario si mantiene un giudizio positivo sulle divise emergenti, che offrono rendimenti reali interessanti in uno scenario caratterizzato da ampia liquidità e valutazioni ancora favorevoli.

 

 

 



Il contenuto della presente sezione non costituisce una raccomandazione, una proposta, un consiglio ad effettuare operazioni su uno o più strumenti finanziari, né un'offerta di vendita o di sottoscrizione di strumenti finanziari o una sollecitazione all'investimento in qualsiasi forma. Le informazioni vengono aggiornate su base mensile.Le opinioni, previsioni o stime contenute nella presente sezione sono formulate con esclusivo riferimento alla data di redazione, e non vi è alcuna garanzia che i risultati o qualsiasi altro evento futuro saranno coerenti con le opinioni, previsioni o stime qui contenute.Prima di accedere alla Sezione leggere le "Avvertenze" di carattere legale che precisano il contenuto ed i limiti delle informazioni fornite.