Torna alla Homepage Epsilon SGR
MyEpsilon Login

Posizioni in fondi comuni d’investimento attivate tramite il servizio Internet
Richiesta informazioni ai sensi del D. Lgs. 231/2007



Gentile Cliente,

con riferimento alla Sua qualità di partecipante diretto ai fondi comuni d'investimento istituiti dalla nostra società di gestione del risparmio, La informiamo che ai sensi del decreto legislativo n. 231/2007 in materia di prevenzione dell'utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, Epsilon SGR è tenuta ad identificare il cliente nonché l'eventuale titolare effettivo, verificarne l'identità, ottenere informazioni sullo scopo e sulla natura prevista del rapporto e a mantenere aggiornati i dati raccolti.

A tale proposito, tenuto conto che nei nostri archivi non risultano aggiornate le informazioni relative ai rapporti da Lei intrattenuti con la nostra SGR, La invitiamo a volerci cortesemente trasmettere, entro il 31 dicembre 2011, l'aggiornamento del "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela" che troverà nella sezione "Documenti generali".

Il Modulo dovrà essere debitamente compilato e sottoscritto, per ogni posizione a Lei intestata, inserendo anche i dati di ciascun intestatario. Dovrà quindi essere trasmesso, unitamente alle copie dei rispettivi documenti d'identità e codici fiscali in corso di validità, a


Epsilon SGR SpA
Ufficio Servizio Clienti
Piazzetta Giordano dell'Amore 3
2012 Milano.

Nel confermarLe la nostra disponibilità per qualsiasi chiarimento al numero telefonico 02 8810 2070 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 17.30, Le comunichiamo che in assenza delle informazioni richieste entro il termine indicato potremmo non essere in grado di garantire la consueta operatività, così come previsto dalla normativa vigente.

Le confermiamo infine che il trattamento dei dati sarà svolto anche con strumenti elettronici e solo da parte di personale incaricato, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza.

Nel caso avesse già provveduto all'invio del "Modulo" La preghiamo di ritenere nulla la presente comunicazione.

La ringraziamo per l'attenzione e, confidando nella Sua collaborazione, La salutiamo cordialmente.

Epsilon SGR SpA

Novità antiriciclaggio in vigore dal 1/1/2014

Gentile Cliente, La informiamo che sono entrate in vigore, dal 1° gennaio 2014, le nuove disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela emanate dalla Banca d'Italia ai sensi dell'art. 7, comma 2 del D.Lgs. 231/2007 "Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento al terrorismo", di seguito la "normativa antiriciclaggio". In particolare, intendiamo attirare la Sua attenzione sulle principali novità di seguito evidenziate:

Al riguardo, Le comunichiamo che provvederemo, a breve, a trasmetterLe il nuovo "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela" con le indicazioni riferite alle modalità di restituzione.

Le segnaliamo, che il conferimento di tali informazioni è obbligatorio ai sensi della normativa antiriciclaggio e che i dati forniti saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge in materia di privacy. Il rifiuto di fornire le informazioni richieste può comportare non solo l'impossibilità di eseguire eventuali operazioni richieste a valere sulle quote di fondi, ma anche il rimborso, ad iniziativa della SGR, delle quote dei fondi, con conseguente restituzione delle disponibilità finanziarie di Sua spettanza alla data del rimborso. In tal caso la SGR provvederà a liquidare, mediante bonifico bancario su un conto da Lei indicato, il controvalore delle quote di fondi da Lei detenute alla data del rimborso. Il bonifico bancario sarà accompagnato da un messaggio che indicherà alla banca presso cui verrà disposto il bonifico che le somme sono state restituite per impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela prescritti dalla normativa antiriciclaggio.

Per ogni Suo dubbio o necessità non esiti a contattare il nostro Servizio Clienti al numero telefonico 02/72.522.493, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00.

La ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità.

Comunicazione

Gentile Cliente, nei mesi precedenti la SGR aveva provveduto ad informarLa in merito all'entrata in vigore delle nuove disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela emanate dalla Banca d'Italia ai sensi dell'art. 7, comma 2 del D.Lgs. 231/2007 "Attuazione della direttiva 2005/60/CE concernente la prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento al terrorismo", di seguito la "normativa antiriciclaggio". In particolare, con tali nuove disposizioni sono state ampliate le tipologie e le quantità delle informazioni necessarie per adempiere agli obblighi di "adeguata verifica" della clientela.

A seguito di tale informativa, la SGR ha provveduto ad inviarLe il nuovo "Modulo per l'identificazione e l'adeguata verifica della clientela".

Al riguardo intendiamo attirare la Sua attenzione sulla necessità di restituire con tempestività, qualora non avesse già provveduto in tal senso, il citato Modulo, debitamente compilato e sottoscritto, secondo una delle modalità di seguito illustrate nella nostra comunicazione.

Le rammentiamo che il conferimento di tali informazioni è obbligatorio ai sensi della normativa antiriciclaggio e che tali dati saranno trattati nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge in materia di privacy. Il rifiuto di fornire le informazioni richieste può comportare non solo l'impossibilità di eseguire eventuali operazioni richieste a valere sulle quote di fondi, ma anche il rimborso, ad iniziativa della SGR, delle quote dei fondi, con conseguente restituzione delle disponibilità finanziarie di Sua spettanza alla data del rimborso. In tal caso la SGR provvederà a liquidare, mediante bonifico bancario su un conto da Lei indicato, il controvalore delle quote di fondi da Lei detenute alla data del rimborso. Il bonifico bancario sarà accompagnato da un messaggio che indicherà alla banca presso cui verrà disposto il bonifico che le somme sono state restituite per impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela prescritti dalla normativa antiriciclaggio.

Per ogni Suo dubbio o necessità non esiti a contattare il nostro Servizio Clienti al numero telefonico 02/72.522.493, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00.

La ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità.

Epsilon Difesa Attiva Settembre 2021

Categoria Assogestioni: Flessibili

Rating Morningstar: n.d.

Benchmark: -

Valore Quota: € 4,472 (ultima rilevazione 30/06/2020)

Patrimonio: € 469.890.922,16 (ultima rilevazione 30/06/2020)

Spese Correnti Annue: 1,53% (di cui provvigione di gestione 0,95%). Per il dettaglio dei costi consultare il Prospetto o la sezione "Sottoscrizione".



Icona pdf Scheda News

Data inizio operatività: 19 luglio 2016

 

Periodo di sottoscrizione: dal 19 luglio 2016 al 20 settembre 2016 (data di pervenimento della richiesta di sottoscrizione alla SGR)


La SGR si riserva la facoltà di prolungare la durata del "Periodo di Sottoscrizione" o di cessare anticipatamente l’offerta al pubblico delle quote del Fondo. L’eventuale prolungamento del "Periodo di Sottoscrizione" o la cessazione anticipata dell’offerta saranno resi noti mediante apposita pubblicazione sul quotidiano "Il Sole 24 Ore".

Periodo minimo raccomandato per la detenzione dell'investimento

Questo Fondo potrebbe non essere indicato per gli investitori che prevedono di ritirare il proprio capitale entro 5 anni ovvero prima della scadenza del ciclo di investimento del Fondo, stabilita al 30 settembre 2021.

Obiettivo della gestione

Il Fondo mira a conseguire una moderata crescita del capitale investito e contestualmente a minimizzare, attraverso l’utilizzo di particolari tecniche di gestione, la probabilità di perdite superiori all’obiettivo di protezione, come di seguito identificato.

Sono previsti i seguenti Periodi di Protezione:
1° Periodo di Protezione: dal 21/09/2016 al 30/09/2017
2° Periodo di Protezione: dal 01/10/2017 al 30/09/2018
3° Periodo di Protezione: dal 01/10/2018 al 30/09/2019
4° Periodo di Protezione: dal 01/10/2019 al 30/09/2020
5° Periodo di Protezione: dal 01/10/2020 al 30/09/2021

L’obiettivo di protezione è identificato come segue:
- nel corso del primo Periodo di Protezione, il valore della quota protetto (“Valore Protetto”) in ogni giorno di valorizzazione è pari a 4,5 euro, corrispondente al 90% del valore iniziale della quota del Fondo (5 euro);
- nel corso di ciascuno dei successivi Periodi di Protezione, il Valore Protetto in ogni giorno di valorizzazione è pari al 90% del valore della quota del Fondo riferito all’ultimo giorno di valorizzazione del precedente Periodo di Protezione.
Il Valore Protetto riferito ai successivi Periodi di Protezione sarà reso noto nella relazione semestrale e nella relazione annuale nonché mediante avviso pubblicato sul quotidiano “Il Sole 24 Ore”.

L'obiettivo di rendimento/protezione non costituisce garanzia di restituzione del capitale investito né di rendimento minimo dell’investimento finanziario.

 

Profilo di rischio-rendimento del Fondo

IndiceRischio_G_4 

I dati storici utilizzati per calcolare l’indicatore sintetico potrebbero non costituire un’indicazione affidabile circa il futuro profilo di rischio del Fondo. La categoria di rischio/rendimento indicata potrebbe non rimanere invariata e la classificazione del Fondo potrebbe cambiare nel tempo.

Tecnica di gestione

Lo stile di gestione è flessibile. In particolare, verranno utilizzate tecniche evolute di 'momentum' per graduare l’esposizione alle diverse classi di attività e/o a diversi mercati. La gestione è caratterizzata dall’utilizzo di tecniche di copertura del rischio e da riallineamenti periodici della composizione del portafoglio del Fondo. Quest’attività sarà gestita mediante un algoritmo di protezione del capitale che determinerà l’allocazione ottimale fra attività rischiose e meno rischiose all’interno del portafoglio con l’obiettivo di minimizzare la probabilità di perdite superiori all’obiettivo di protezione.

Tipologia di strumenti finanziari e valuta di denominazione:

Il Fondo investe, direttamente o mediante l'utilizzo di strumenti finanziari derivati, in:
- strumenti finanziari di natura obbligazionaria/monetaria;
- strumenti finanziari di natura azionaria (fino al 40% delle attività);
- valute diverse dall’euro;
- depositi bancari (fino al 30% delle attività).
Gli investimenti in strumenti finanziari di natura obbligazionaria/monetaria di emittenti diversi da quelli italiani aventi rating inferiore ad investment grade o privi di rating (e dunque esposti significativamente al rischio di credito) non possono superare il 40% delle attività del Fondo. Non è previsto alcun limite con riguardo al merito di credito degli emittenti italiani. Gli investimenti in strumenti finanziari di natura obbligazionaria/monetaria di emittenti di Paesi Emergenti non possono superare il 40% delle attività.
Investimento in OICVM e FIA aperti non riservati, principalmente "collegati", fino al 30% del totale delle attività.
Il Fondo risulta esposto al rischio di cambio.
Nel "Periodo di Sottoscrizione" e dal 1° agosto 2021, gli investimenti saranno effettuati in strumenti finanziari, anche derivati, di natura monetaria/obbligazionaria aventi al momento dell’acquisto merito di credito non inferiore ad investment grade, e/o in depositi bancari. Non è previsto alcun limite con riguardo al merito di credito degli strumenti finanziari emessi e/o garantiti dallo Stato italiano. Gli investimenti denominati in valute diverse dall’euro saranno coperti dal rischio di cambio. La duration del Fondo risulterà tendenzialmente inferiore ai 2 anni.

Aree geografiche/Mercati di riferimento

Principalmente Unione Europea, Nord America e Paesi Emergenti.

Categoria di emittenti e settori industriali

Componente obbligazionaria e/o monetaria: emittenti governativi, organismi sovranazionali/agenzie e società.
Componente azionaria: principalmente società a media ed elevata capitalizzazione. Diversificazione degli investimenti in tutti i settori economici.

Operazioni in strumenti finanziari derivati

Il Fondo utilizza strumenti finanziari derivati sia per finalità di copertura dei rischi sia per finalità diverse da quelle di copertura (tra cui arbitraggio). La leva finanziaria massima, realizzata mediante esposizioni di tipo tattico (e calcolata con il metodo degli impegni), è pari a 2. Tale utilizzo, sebbene possa comportare una temporanea amplificazione dei guadagni o delle perdite rispetto ai mercati di riferimento, non è comunque finalizzato a produrre un incremento strutturale dell’esposizione del Fondo ai mercati di riferimento (effetto leva) e non comporta l’esposizione a rischi ulteriori che possano alterare il profilo di rischio - rendimento del Fondo.

Politica di distribuzione

La SGR procede con periodicità semestrale, con riferimento all’ultimo giorno di valorizzazione di ogni semestre contabile (primo semestre contabile 1° ottobre - 31 marzo; secondo semestre contabile 1° aprile - 30 settembre), alla distribuzione di un ammontare predeterminato, pari all’1,00% del valore iniziale delle quote del Fondo. Tale distribuzione può essere superiore al risultato conseguito dal Fondo nel periodo considerato e può comportare la restituzione di parte dell'investimento iniziale del partecipante.
La distribuzione viene effettuata per la prima volta con riferimento al periodo 1° ottobre 2016 - 31 marzo 2017 e, per l’ultima volta, con riferimento al periodo 1° aprile 2021 - 30 settembre 2021.
La SGR ha facoltà di non procedere ad alcuna distribuzione, tenuto conto dell’andamento del valore delle quote del Fondo e della situazione di mercato.

 

* Per tutti i Fondi, il termine “principale” qualifica gli investimenti superiori in controvalore al 70% del totale dell’attivo del Fondo; il termine “prevalente” gli investimenti compresi tra il 50% e il 70%; il termine “significativo” gli investimenti compresi tra il 30% e il 50%; il termine “contenuto” gli investimenti compresi tra il 10% e il 30%; infine, il termine “residuale” gli investimenti inferiori in controvalore al 10% del totale dell’attivo del Fondo. I termini di rilevanza suddetti sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del Fondo, posti i limiti definiti nel relativo Regolamento

 

Valori quota non ancora disponibili.

 


​Prima dell'adesione, si raccomanda di leggere attentamente le Informazioni Chiave per gli Investitori (KIID) ed il Prospetto.


Morningstar Rating™
© 2020 Morningstar Italia. Tutti i diritti sono riservati. Le informazioni qui contenute sono proprietà di Morningstar e non possono essere copiate. Le informazioni non devono essere utilizzate senza un'appropriata verifica da parte dell'utilizzatore e, se opportuno, un parere professionale. Morningstar non è responsabile per qualunque danno o perdita derivante da qualunque uso delle informazioni e chi legge concorda che le informazioni fornitegli da Morningstar, eventualmente tramite il Licenziatario, vengono usate a rischio e pericolo dell'utilizzatore stesso. Non vi è garanzia alcuna che i risultati del passato trovino un riscontro nel futuro.